Smart learning: istruzioni per l’uso

I consigli dell’esperto per evitare conseguenze spiacevoli della didattica a distanza attraverso strumenti tecnologici.

smart-learning.jpg

Quest’anno la scuola che rivedremo in autunno sarà molto diversa da quelli degli anni precedenti. Infatti il Coronavirus e le sue conseguenze hanno costretto insegnanti e studenti a riorganizzare le proprie interazioni per adattarle alle esigenze della didattica a distanza (smart learning). Solo che lo smart learning non implica solo mettere online le lezioni. Richiede, infatti, una serie di cambiamenti nelle pratiche e nelle abitudini, che necessita dell’impegno di genitori e figli. Per cercare di rendere meno traumatico il passaggio al mondo della didattica a distanza ho elaborato 3 indicazioni pratiche che possono aiutare i genitori a rendere questa esperienza meno problematica e più efficace.

Premium

Vuoi leggere la versione completa dell’articolo?

Accedi al sito se hai già un abbonamento alla rivista oppure personalizza il tuo piano e abbonati subito.

Accedi

Questo articolo è di Giuseppe Riva ed è presente nel numero 280 della rivista. Consulta la pagina dedicata alla rivista per trovare gli altri articoli presenti in questo numero. Clicca qui per leggerlo tutto