Rispetto delle normative Covid-19 e personalità

L’emergenza Covid-19 che ci accompagna in questo 2020 ha portato i governi di tutto il mondo a emanare una serie di normative per affrontare e contenere il contagio.

Ripsetto-delle-normative-covid-19.jpg

L’emergenza Covid-19 che ci accompagna in questo 2020 ha portato i governi di tutto il mondo a emanare una serie di normative per affrontare e contenere il contagio. Se molte persone si sono adeguate a tali misure, tra cui l’indossare la mascherina, il rispetto della distanza di sicurezza e le limitazioni negli spostamenti, altre si sono mostrate ben più reticenti. 

In un recente lavoro pubblicato sulla rivista Personality and Individual Differences, i ricercatori dell’Università di Varsavia, guidati da Marcin Zajenkowski, si sono chiesti quali variabili fossero associate al rispetto o, viceversa, alla non conformità alle norme anti-Covid. In particolare hanno esaminato il ruolo dei tratti di personalità, quelli misurati dal questionario Big Five (estroversione, nevroticismo, gradevolezza, coscienziosità, apertura mentale) e quelli appartenenti alla cosiddetta “triade oscura” (machiavellismo, narcisismo e psicopatia), nonché il ruolo delle differenze individuali nel modo di percepire la pandemia e nello spiegare l’atteggiamento adottato nei confronti delle restrizioni governative.

Come prima cosa, Zajenkowski e collaboratori hanno scoperto che il modo in cui la situazione era percepita aveva un peso maggiore nello spiegare l’adeguamento alle normative rispetto a quello dei tratti di personalità. Ciò è coerente con l’ipotesi della situazione forte, secondo cui i tratti di personalità hanno un ruolo minore nel predire il comportamento in scenari con elementi situazionali importanti, come lo è stata l’emergenza Coronavirus. Coerentemente con ciò, coloro che percepivano la situazione con negatività e angoscia avevano maggiori probabilità di seguire le restrizioni, a prescindere dagli specifici aspetti personologici. 

Per quanto riguarda l’influenza dei tratti di personalità del Big Five, Zajenkowski e colleghi avevano ipotizzato alcuni possibili effetti: il nevroticismo avrebbe potuto riflettere una tendenza a evitare il rischio, con conseguente conformità alle norme al fine di promuovere un maggior senso di sicurezza; anche la gradevolezza, che si accompagna spesso a comportamenti prosociali, avrebbe potuto essere associata a un maggior rispetto delle norme, al fine di proteggere gli altri; infine, la coscienziosità caratterizza sovente persone che tendono ad essere organizzate e ordinate, e che avrebbero potuto mostrare conformità alle norme al fine di evitare di infettarsi.

Quando sono andati a verificare le loro ipotesi, i ricercatori hanno tuttavia identificato solo un effetto della gradevolezza. Hanno spiegato questo risultato evidenziando che le persone con alti punteggi nella gradevolezza sono spesso compassionevoli e premurose, cosa che consentirebbe loro di tollerare meglio i disagi e i costi personali associati alle restrizioni per proteggere cari ed estranei. Al contrario, hanno notato che i tratti di personalità della triade oscura risultavano associati a una minor conformità alle norme. Tali tratti, che si traducono spesso in un atteggiamento egocentrico, scarsa cura degli altri, insensibilità e cinismo, potrebbero indurre le persone a non rispettare le restrizioni. 

In generale, i ricercatori sostengono che la gradevolezza, da una parte, e alcuni aspetti della triade oscura, dall’altra, «possono rappresentare due estremi disposizionali che prevedono esiti opposti in una situazione saliente, come la pandemia di Covid-19».

Sebbene ovviamente non sia possibile determinare la personalità di qualcuno sulla base della volontà o meno di rispettare le norme anti-Covid, sarebbe curioso che ciascuno di noi si chiedesse se le conclusioni di questo studio in merito alla personalità si accordano agli atteggiamenti assunti da noi stessi, o da qualcuno che conosciamo, davanti alle restrizioni che ci sono state imposte.
 

di Elettra Pezzica



RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
Zajenkowski M., Jonason P. K., Leniarska M., Kozakiewicz Z. (2020), «Who complies with the restrictions to reduce the spread of Covid-19?: Personality and perceptions of the Covid-19 situation», Personality and Individual Differences, 166, DOI:10.1016/j.paid.2020.110199

Questo articolo è di Elettra Pezzica ed è presente nel numero 282 della rivista. Consulta la pagina dedicata alla rivista per trovare gli altri articoli presenti in questo numero. Clicca qui per leggerlo tutto