Metodo e abitudini per il successo negli studi

Alcune riflessioni e qualche consiglio su come perfezionare il proprio metodo di studio, tenendo a mente la più potente delle leve: l’automotivazione.

metodi-e-abitudini.jpg

Il tema del talento e delle alte prestazioni è oggi assai rilevante sia nel campo degli studi che nell’orientamento al lavoro poiché si ritiene che nel mondo attuale, sempre più competitivo e globalizzato, il titolo di studio non costituisca più una garanzia per un’occupazione qualificata.

Per acquisire prestazioni elevate, dunque, non sono sufficienti motivazioni e capacità: sono fondamentali la determinazione, la pianificazione delle tappe di apprendimento e l’adozione di un metodo basato su regole e abitudini capaci di modificare i comportamenti errati in attitudini profonde e ben orientate. L’individuo è chiamato a costruirsi un percorso di qualità che lo renda flessibile e abile per affrontare le sfide della vita personale e professionale, ma un simile percorso di formazione è lungo e complesso e talvolta irto di difficoltà.

Lo studente, specialmente nell’approcciare studi a maggior tasso di difficoltà, come quelli universitari o della scuola superiore, è spesso disorientato e senza un metodo chiaro e ciò conduce di frequente all’insuccesso o all’abbandono degli studi. Dunque, cultura, consapevolezza, pianificazione e un efficace metodo di studio sono gli architravi su cui si fonda il successo nel percorso di studi, unitamente alla necessità di coltivare (o ritrovare) la riflessione, che, per dirla con Socrate, è alla base della vera conoscenza.

Premium

Vuoi leggere la versione completa dell’articolo?

Accedi al sito se hai già un abbonamento alla rivista oppure personalizza il tuo piano e abbonati subito.

Accedi

Questo articolo è di Elisabetta Galli ed è presente nel numero 282 della rivista. Consulta la pagina dedicata alla rivista per trovare gli altri articoli presenti in questo numero. Clicca qui per leggerlo tutto