Esperienze che fanno maturare

Testimonianza di una quindicenne che grazie al dramma del Covid-19 ha imparato a riconoscere i valori più profondi.

Esperienze-che-fanno-maturare.png

La prima ad essere sorpresa del cambiamento è proprio lei, Arianna, 15 anni appena compiuti. Quando lo scorso 5 marzo Arianna seppe che tutte le scuole venivano chiuse come misura precauzionale contro la diffusione del virus, fece un salto di gioia e messaggiò immediatamente con i compagni e le compagne di classe per condividere la notizia dell’insperata vacanza. «Domani niente compito in classe di matematica, chissà come ci resta male la prof!», esultò Sara. «Evviva! Il prof di inglese aveva fissato la mia interrogazione proprio lunedì: che bello non dover studiare nel week end!», commentò Valentina. «Io me ne vado a sciare, perché non venite anche voi ragazze?», propose Alessio. La vacanza, però, si trasformò ben presto in quarantena e, con disdetta di tutti, non fu più possibile uscire di casa. Niente più sci, niente più shopping, niente più feste e incontri serali con gli amici.

Dopo una settimana ebbe inizio la Didattica a Distanza, il cosiddetto DaD. Le lezioni cominciarono ad arrivare in casa via web e con esse anche i compiti. 

Premium

Vuoi leggere la versione completa dell’articolo?

Accedi al sito se hai già un abbonamento alla rivista oppure personalizza il tuo piano e abbonati subito.

Accedi

Contenuti esclusivi per abbonati alla rivista:

Esperienze che fanno maturare

Questo articolo è di Anna Oliverio Ferraris ed è presente nel numero 280 della rivista. Consulta la pagina dedicata alla rivista per trovare gli altri articoli presenti in questo numero. Clicca qui per leggerlo tutto