Le nuove tecnologie per l’auto-miglioramento personale

Sono sempre di più le app che sfruttano la realtà virtuale per simulare situazioni nelle quali uno si esponga a una propria fobia per cercare di superarla.

le nuove tecnologie.jpg

L'espressione “self-help”, traducibile in italiano con “auto-aiuto”, indica libri, corsi e video che propongono una serie di idee e metodi, sperimentati da altri, con i quali risolvere i propri problemi personali e relazionali. La logica che sta dietro a questo filone è molto semplice: cambiare è facile se sai come farlo. Per questo, i libri, i video e i corsi presentano un plesso di strategie da seguire per risolvere i problemi più vari: come l’aumentare la propria autostima o l’efficacia quale venditore. E grazie al web la disponibilità di contenuti self-help è aumentata drasticamente. In particolare, grazie a YouTube è possibile trovare centinaia di video che propongono “pillole” di qualche minuto in grado di aiutarci ad affrontare qualsiasi tipo di problema.

Solo che non basta sapere qual è il problema e come superarlo, per riuscire a farlo. Moltissimi di noi sanno benissimo che dovrebbero perdere qualche chilo. E in molti casi sanno anche che per riuscirvi dovrebbero fare più attività fisica e mangiare di meno. Tuttavia, continuano a non farlo. Perché? (CONTINUA...)

Premium

Vuoi leggere la versione completa dell’articolo?

Accedi al sito se hai già un abbonamento alla rivista oppure personalizza il tuo piano e abbonati subito.

Accedi

Questo articolo è di Giuseppe Riva ed è presente nel numero 275 della rivista. Consulta la pagina dedicata alla rivista per trovare gli altri articoli presenti in questo numero. Clicca qui per leggerlo tutto