Psicologia contemporanea 280-281. Comunicazione ai lettori

Senza-titolo-1.png

Gentile abbonato,

durante questo periodo di quarantena dovuta all'emergenza sanitaria covid-19 Psicologia contemporanea ha fatto il possibile per rimanere al fianco dei suoi lettori: sia lavorando, malgrado comprensibili problemi, al numero di maggio-giugno dedicato a “La prima volta”, che siamo felici di esser riusciti a portare nelle vostre case, sia attraverso la pubblicazione sul nostro sito web di contenuti dedicati al coronavirus.

In questo periodo di “ripartenza”, insieme al direttore Luca Mazzucchelli e a tutti i collaboratori, stiamo ora lavorando ad un nuovo numero della rivista.

Mossi dal desiderio di offrire una pubblicazione che possa trattare al meglio le varie problematiche legate all'emergenza pandemica, e a causa delle oggettive difficoltà tecniche dovute al delicato momento, il numero di luglio-agosto (280) non uscirà in edicola nella data prevista.

Realizzeremo invece un numero speciale doppio 280-281 di Psicologia contemporanea, in uscita a fine agosto, interamente dedicato alla riflessione sulle conseguenze psicologiche della pandemia. 

Il progetto editoriale avrà come obiettivo quello di guidare il lettore ad un'analisi approfondita dei delicati cambiamenti che stiamo affrontando in ambiti fondamentali della nostra vita quotidiana, come le relazioni, le emozioni, il lavoro, i valori.

Grazie al coinvolgimento e alla collaborazione dei più autorevoli esperti nelle varie tematiche affrontate, Psicologia contemporanea continuerà ad offrire la psicologia dal punto di vista dell’attualità.

Ti ringraziamo per l’attenzione e per il sostegno.

La redazione