Prima chi, poi cosa

Un requisito indispensabile per conseguire gli obiettivi imprenditoriali che ci poniamo è scegliersi partner e collaboratori con i quali vi sia una condivisione di valori.

prima-chi-poi.jpg

Era il 2002, la mia attività era cresciuta e contava ormai una cinquantina di collaboratori. Fui incaricato di tenere un corso sulle vendite presso un’azienda di rubinetti della Valsesia. Lì incontrai Eusebio, che mi spiegò come, di lì a poco, avrebbe tenuto un’importante convention. Il mio scopo sarebbe stato quello di aiutare i suoi venditori a diventare più efficaci nelle vendite, il tutto inserito in un contesto particolare: avremmo dovuto, sì, insegnare alle persone a vendere, ma, più in particolare, avremmo dovuto far provar loro un’emozione!

Premium

Vuoi leggere la versione completa dell’articolo?

Accedi al sito se hai già un abbonamento alla rivista oppure personalizza il tuo piano e abbonati subito.

Accedi

Contenuti esclusivi per abbonati alla rivista:

Prima chi, poi cosa

Questo articolo è di Paolo Ruggeri ed è presente nel numero 280 della rivista. Consulta la pagina dedicata alla rivista per trovare gli altri articoli presenti in questo numero. Clicca qui per leggerlo tutto