Imparare condividendo

Condividiamo quello che abbiamo imparato, ma nel farlo impariamo di nuovo, ed è questo uno dei più grandi benefici della comunicazione online.

Imparare-condividendo.jpg

Per ogni professionista del benessere, la divulgazione è una parte cruciale del lavoro. Infatti, dopo un percorso di formazione accademica e dopo aver affrontato tutte le prove necessarie per esercitare la professione, arriva il momento in cui ciò che si è appreso viene messo in pratica. In quel momento il percorso di studi diventa un lavoro, ma ci si accorge presto che è fatto di approfondimenti, scoperte e consapevolezza che solo gli anni di esperienza possono consentire.

A questo punto ci si rende conto di essere anche depositari di un sapere prezioso, ma delicato e fragile. È il sapere della memoria, come tale deperibile. Abbiamo tutto chiaro di fronte a noi nel momento in cui accade, ma la capacità di mantenere lucidità anche a distanza di tempo è assai rara se non facciamo nulla per fissare certe informazioni nella nostra mente. Impariamo molto, impariamo in fretta, ma con il rischio concreto di dimenticare qualcosa. Nel frattempo il mondo corre veloce e comunica con una mole di dati difficile da gestire. Dati che ci sfuggono, anche quando importanti per il nostro lavoro, e dati che si polverizzano, anche quando sono frutto della nostra stessa esperienza.

Ogni lettore di questa rubrica sa bene che in quel fiume di informazioni dovremmo buttarci anche noi, in prima persona e senza paura. Oggi non esistono scuse, perché il web ha una soglia d’accesso davvero bassa per qualsiasi professionista che abbia la volontà di farsi conoscere. Comunicare non dovrebbe essere un’opzione, ma una condizione obbligatoria. Sia perché è un ottimo modo per avvicinare nuovi pazienti – lo abbiamo visto da diverse prospettive nei numeri passati – sia perché essere coinvolti in prima persona nella produzione di contenuti riserva sorprese inaspettate.

Premium

Vuoi leggere la versione completa dell’articolo?

Accedi al sito se hai già un abbonamento alla rivista oppure personalizza il tuo piano e abbonati subito.

Accedi

Contenuti esclusivi per abbonati alla rivista:

Imparare condividendo

Questo articolo è di Alessio Beltrami, Luca Mazzucchelli ed è presente nel numero 277 della rivista. Consulta la pagina dedicata alla rivista per trovare gli altri articoli presenti in questo numero. Clicca qui per leggerlo tutto