A portata di click

Il passaparola, anche nell’ambito delle professioni sul benessere, oggi è enormemente avvantaggiato dalle tecnologie digitali.

A-portata-di-click.jpg

I pazienti arrivano spesso in studio grazie al passaparola. Un fenomeno naturale e sano che porta i consumatori a suggerire in maniera disinteressata un prodotto o un servizio ad altre persone che potrebbero averne bisogno. Funziona quando si tratta di semplici prodotti commerciali, e funziona a maggior ragione quando si tratta della nostra salute. Infatti, quando c’è di mezzo un aspetto così delicato come il nostro benessere, il consiglio di un amico o di un conoscente può arrivare a pesare più di solide argomentazioni scientifiche. È così perché, a volte, non cerchiamo elementi oggettivi, ma rassicurazioni che diventano certezze quando arrivano da parte di chi ha vissuto la nostra stessa situazione.

Fatta questa premessa, ogni professionista del benessere dovrebbe preoccuparsi anche di comprendere i meccanismi che stanno alla base del passaparola, e il motivo è semplice: ciò che vediamo come un fenomeno naturale segue regole precise. E conoscere le regole significa governarle. In pratica, le persone ne parlano in modo spontaneo, ma nulla accade se non sono rispettate alcune condizioni. (CONTINUA...)

Premium

Vuoi leggere la versione completa dell’articolo?

Accedi al sito se hai già un abbonamento alla rivista oppure personalizza il tuo piano e abbonati subito.

Accedi

Questo articolo è di Alessio Beltrami, Luca Mazzucchelli ed è presente nel numero 275 della rivista. Consulta la pagina dedicata alla rivista per trovare gli altri articoli presenti in questo numero. Clicca qui per leggerlo tutto