Contenuti online: una guerra contro il tempo

Sul web, chi ha un blog si conquista la fiducia dei follower piano piano, ma la può perdere in un clic. Ecco perché, nel produrre contenuti online, una gestione tattica del tempo è fondamentale. A partire da 4 consigli. 

contenuti online.jpg

La disintermediazione è la prima condizione che permette ad ogni strategia di comunicazione online di avere successo. Ogni professionista del benessere non potrebbe farsi conoscere e apprezzare da nuovi pazienti se il web fosse dominato dalle medesime dinamiche che caratterizzano i media tradizionali.

Scrivere un libro, realizzare un documentario o essere ospitati in radio e televisione sono attività molto utili, ma non possono essere intraprese senza il benestare degli altri soggetti coinvolti. Insomma, non dipende solo dalla nostra volontà apparire in TV o essere nelle librerie con il nostro libro.

Osservando il web, però, notiamo che ciò che ha reso popolari alcuni professionisti è alla portata di tutti, senza disparità. Per capirci, il canale YouTube con 1 milione di iscritti ha esattamente le stesse caratteristiche tecniche del canale YouTube che oggi ciascuno di noi potrebbe aprire, e così la pagina Facebook o il profilo LinkedIn. 

Dove sta la differenza? La differenza sta nella capacità di generare consenso, di conquistare il pubblico e nella bravura nel non deluderlo. Ciò perché sul web la fiducia si conquista gradualmente, ma si perde in un clic. 

Premium

Vuoi leggere la versione completa dell’articolo?

Accedi al sito se hai già un abbonamento alla rivista oppure personalizza il tuo piano e abbonati subito.

Accedi

Questo articolo è di Alessio Beltrami, Luca Mazzucchelli ed è presente nel numero 268 della rivista. Consulta la pagina dedicata alla rivista per trovare gli altri articoli presenti in questo numero. Clicca qui per leggerlo tutto