Psicologia dei sogni: viaggio nei segreti dell'inconscio

Un alone di mistero avvolge da sempre i sogni e il loro significato. Dalla paura di precipitare nel vuoto al mostro che ci insegue, passando per l'angoscia di perdere i denti. Questi, alcuni dei sogni tipici che ci accompagnano nella notte. Prendiamo il primo, il terrore di cadere. Un balzo nel letto, il cuore in gola, il precipizio dinnanzi agli occhi: esperienza comune, specie per i più stressati. Curioso di scoprirne il significato?

sogno.jpg

Il timore di non essere all'altezza è associato alla paura di cadere, l'ansia del giudizio è legata ai denti, mentre chi sogna i mostri teme l'arrivo di una sentenza imminente. Attenzione però: non è una regola. Molto dipende da aspetti culturali e storia di vita.

L’inconscio parla e lo fa con i simboli

Dalla notte dei tempi l'attività onirica influenza la visione del mondo e guida le azioni dell'umanità. I primi a capirlo? I faraoni egizi, secondo cui i sogni raffiguravano la manifestazione diretta del divino. Gli Indiani d'America se ne servivano come cura dell'animo, mentre gli sciamani vi leggevano il futuro. Freud, padre della psicoanalisi, lo aveva intuito: l'inconscio parla e lo fa attraverso il simbolismo.

Freemium

Vuoi proseguire la lettura?

Accedi per leggere l’articolo completo. Altrimenti crea un account sul nostro sito e scopri tutti i vantaggi riservati agli utenti registrati.

Accedi