La mentalità vincente

I segreti per superare le sfide più grandi nello sport e nella vita

Michael Jordan attribuisce a George Mumford il merito di aver trasformato la sua leadership in campo con i Chicago Bulls, aiutandolo a guidare la squadra in sei campionati NBA. Nel libro La mentalità vincente, Mumford condivide le tecniche e le strategie adottate nella vita e con i superatleti da lui allenati.

mentalità-vincente.jpg

Quando chiesero a Michelangelo in che modo creava le sue straordinarie opere d'arte, egli rispose che non faceva altro che scalpellare per arrivare al capolavoro che era già al loro interno.

Credo che ognuno di noi stia lavorando a quell'opera d’arte, anche coloro che sono cresciuti nei ghetti, dalla parte sbagliata. In tutti noi c'è una scintilla divina, ma l'abbiamo schiacciata, oppure abbiamo creato un sistema ingegnoso per nasconderla o concepito modi di essere che ci fanno sentire separati.

Considero ormai ogni persona che incontro un bruco nella crisalide. Per diventare farfalle, dobbiamo farci strada verso la libertà e la trasformazione. La mindfulness è uno strumento che ci permette di farlo con grandi risultati. Devo ammettere che ho dovuto toccare davvero il fondo prima di capire quale fosse il modo migliore per uscire dalla mia crisalide.

La mindfulness è lo strumento efficace che mi ha permesso di emergere e ho insegnato questa tecnica agli atleti di ogni forma fisica, corporatura, età, genere e livello per aiutarli a loro volta a emergere e a essere se stessi.

Questa forma di consapevolezza nasce dalla meditazione buddista, una pratica antica con molti livelli di complessità. Ne La mentalità vincente propongo una sintesi dei principi della mindfulness, sotto l’egida di ciò che definisco i Cinque Superpoteri Spirituali, che rappresentano la mia idea personale di “Nobile Ottuplice Sentiero” del Budda e del suo insegnamento delle Cinque Facoltà Spirituali: fede, diligenza, consapevolezza, concentrazione e intuizione.

 

Chi è George Mumford?

George Mumford insegna mindfulness e meditazione dal 1989, dopo aver lasciato la carriera di consulente finanziario e conseguito un master in Counseling psicologico. Ha lavorato presso il Center for Minfulness dell’Università del Massachusetts e diretto un progetto nelle carceri per l’insegnamento delle tecniche di minfulness a oltre 5000 detenuti, in New England. Quando era un atleta-studente presso l’Università del Massachusetts (dove condivideva la stanza con Julius Erving), un infortunio lo costrinse a sospendere il basket. Gli antidolorifici che assumeva lo resero insensibile anche al senso di vuoto per la mancanza del gioco, la sua più grande passione, una situazione che lo portò alla droga. Dopo la disintossicazione e la scelta di mettere la meditazione al centro della sua vita, Mumford ritornò allo sport che più amava, insegnando le sue rivoluzionarie tecniche di mindfulness in NBA. Partecipa con regolarità alle conferenze sul mondo del lavoro e dello sport, a livello nazionale e internazionale. Vive in Massachusetts.

Tratto da La mentalità vincente. I segreti per superare le sfide più grandi nello sport e nella vita di George Mumford.