Il lavoro come ossessione

Genesi e modalità di manifestazione del workaholism, la dipendenza da lavoro. Una degenerazione che mette a dura prova l’equilibrio tra l’attività professionale 
e le altre sfere di realizzazione personale.

lavoro-come-ossessione.jpg

Spesso ci si lamenta – soprattutto in Italia – del fatto che si dovrebbe lavorare di più per essere più competitivi sui mercati; nello stesso tempo ci si sta rendendo conto dei rischi del lavorare troppo. Si vuole alludere al workaholism, una situazione di intrappolamento nel lavoro studiata da quasi cinquant’anni che però pare ampliarsi negli ultimi tempi come ulteriore indicatore dei rischi personali connessi con una scarsa qualità delle relazioni lavorative. 

Ma a cosa ci si riferisce con questo termine inglese, traducibile come “ubriachezza”, “ossessione per il lavoro”? Si tratta di un’eccessiva dedizione al lavoro, caratterizzata da un elevato numero di ore lavorative, ben oltre quelle richieste dai contratti, tale da rendere una persona completamente invischiata nella sua attività professionale. I workaholic sono i cosiddetti “maniaci del lavoro”. Un’espressione gergale che può avere un significato metaforico innocuo, quasi un’etichetta di merito auto-assegnatasi o attribuita dai colleghi in modo un po’ sarcastico, adatta a segnalare un sovrainvestimento personale sul lavoro o a giustificare qualche lacuna nell’equilibrio tra le varie sfere della vita personale. Tuttavia, quando questo modo di fare dura a lungo, sfugge all’autoregolazione, produce insoddisfazione ed effetti negativi sui rapporti familiari, sulla salute psicofisica e sulla vita in generale, allora le cose cambiano radicalmente. (CONTINUA...)

Premium

Vuoi leggere la versione completa dell’articolo?

Accedi al sito se hai già un abbonamento alla rivista oppure personalizza il tuo piano e abbonati subito.

Accedi

Questo articolo è di Guido Sarchielli ed è presente nel numero 273 della rivista. Consulta la pagina dedicata alla rivista per trovare gli altri articoli presenti in questo numero. Clicca qui per leggerlo tutto