Gelosia: i tanti volti del mostro dagli occhi verdi

A volte può essere retroattiva, altre volte una risposta alla perdita, un modo di controllare la relazione. Dunque, non una, ma molte gelosie.

i-tanti-volti-del-mostro-dagli-occhi-verdi.jpg

«Guardatevi dalla gelosia, mio signore. È un mostro dagli occhi verdi che dileggia il cibo di cui si nutre». William Shakespeare affida a Iago queste parole immortali, in quella che è a tutti gli effetti la tragedia del dubbio: Otello. Per molti di noi, la gelosia è proprio il mostro descritto dal Bardo, capace di nutrirsi d’amore e, allo stesso tempo, renderlo insapore, quando non addirittura venefico. La gelosia è in grado di avvelenare rapporti, insinuando crepe anche nelle relazioni all’apparenza più solide. Tuttavia, come in ogni sentimento umano, occorre anche interrogarsi sulla funzione che la gelosia svolge, talora, nell’equilibrio individuale e di coppia. 

Premium

Vuoi leggere la versione completa dell’articolo?

Accedi al sito se hai già un abbonamento alla rivista oppure personalizza il tuo piano e abbonati subito.

Accedi

Contenuti esclusivi per abbonati alla rivista:

Gelosia: i tanti volti del mostro dagli occhi verdi

Questo articolo è di Ferdinando Salamino ed è presente nel numero 276 della rivista. Consulta la pagina dedicata alla rivista per trovare gli altri articoli presenti in questo numero. Clicca qui per leggerlo tutto