Duellare con il limite: le nuove sfide degli adolescenti

Delle sfide affrontate dai giovani di oggi e testimoniate dal web, gli adulti non sanno quasi nulla. Un motivo valido perché, invece di vietare alla cieca, si interessino all’esistenza in rete dei loro ragazzi.

Duellare-con-il-limite.png

In epoche ormai lontane, caratterizzate da un contesto sociale marcato dalla stabilità, il cambiamento dall’infanzia all’età adulta avveniva attraverso riti di passaggio che indicavano e costituivano delle vere e proprie transizioni.

Lo sviluppo individuale non era una questione soggettiva, bensì sociale, così come sociale era l’organizzazione rituale che doveva marcare con sicurezza il percorso da intraprendere. L’incompletezza originaria, che coincideva con la condizione infantile, veniva così trasformata nel Sé sociale modellato dalla cultura d’appartenenza. Il cambiamento non riguardava solo il mutamento di status, ma l’identità più profonda.

Attraverso cerimonie iniziatiche, l’adolescente, maschio o femmina, imparava a confrontarsi con diversi ambiti che avrebbe dovuto governare una volta adulto e veniva modellato così da essere e sentirsi realisticamente adeguato ai ruoli previsti nelle relative appartenenze sociali. La virilità, per esempio, doveva essere conquistata e confermata periodicamente con sfide legate in genere a prove di abilità e coraggio. Tutt’oggi, in culture molto diverse dalla nostra, le trasformazioni dei ragazzi in donne e uomini adulti sono regolamentate socialmente da battesimi di questo genere.

Premium

Vuoi leggere la versione completa dell’articolo?

Accedi al sito se hai già un abbonamento alla rivista oppure personalizza il tuo piano e abbonati subito.

Accedi

Questo articolo è di Carmen Giorgio, Matteo Lancini ed è presente nel numero 277 della rivista. Consulta la pagina dedicata alla rivista per trovare gli altri articoli presenti in questo numero. Clicca qui per leggerlo tutto