Conoscere e superare gli attacchi di panico

Non è raro che la paura sconfini nella “paura della paura”: il panico. Viene qui presentato un approccio psicoterapeutico che indica come affrontare di petto il timore per impedirgli di dominarci.

conoscere e superare gli attacchi di panico.jpg

La paura non è molto apprezzata dagli esseri umani, che, nella maggioranza dei casi, la ritengono una debolezza da superare o una sensazione da temere, tanto è vero che nulla spaventa più della paura stessa, ovvero la paura della paura: il panico. Chi soffre di attacchi di panico è terrorizzato dalle reazioni che una condizione di paura estrema può provocare.

Il paradosso è quello di spaventarsi a causa delle reazioni psicofisiologiche dell’organismo – reazioni sane, che si producono in una situazione di pericolo percepito esternamente o internamente –, quando invece rifiutarle o combatterle non fa che esasperarle e porta alla perdita di controllo.

Lo stimolo minaccioso iniziale viene sopraffatto dal terrore che il soggetto vive nei confronti delle risposte che il suo corpo e la sua mente esprimono al di là del suo controllo. In questo modo la paura contrastata in maniera disfunzionale si trasforma in panico: il cuore batte all’impazzata, il respiro diviene ansimante, il corpo si elettrizza, la mente galoppa veloce. (...)

 

Questo articolo è di Giorgio Nardone ed è presente nel numero 266 della rivista. Consulta la pagina dedicata alla rivista per trovare gli altri articoli presenti in questo numero. Clicca qui per leggerlo tutto