Adolescenza

Ancora estranei a una visione utilitaristica e calcolatrice, gli adolescenti ci ricordano il sapore di una vita all'insegna della sensualità, del rischio, della sfida. Insomma, il libero assaggio del mondo.

adolescenza-galimberti-rid.jpg

Tra le varie stagioni della vita l’adolescenza è quella in cui si dispiegano, nel modo più potente e insieme disordinato, inquieto, confuso, eccitante, appassionato, malinconico, rischioso, tutte le potenzialità dell’esistenza, sconosciute prima di quell’età e poi gradatamente assopite, fino alla loro estinzione nell’età adulta, dove l’abitudine prende il sopravvento sulla creatività e il bisogno di sicurezza sui margini residui di felicità, che però non si ha il coraggio di catturare, perché lo slancio adolescenziale si è, appunto, congedato da tempo. 

Di fronte a noi l’adolescente già racconta la nostra morte, preparata dalla reiterata sequenza dei nostri no alla vita, che abbiamo costruito con scelte oculate, rinunce necessarie, sacrifici indispensabili, per raggiungere quegli obiettivi che promettono una riconoscibilità, una stima, una presentabilità, uno status garantiti più dalla professione che dal proprio nome. 

Gli adolescenti non hanno bisogno di un biglietto da visita per riconoscersi. A loro basta guardarsi negli occhi. Non hanno bisogno di prenotare per tempo cene con amici e conoscenti ai quali presentarsi con gli abiti giusti. Non hanno parole e comportamenti di convenienza. In loro la vita ha i tratti dell’immediatezza che li veste come capita, li fa incontrare dove capita, li fa mangiare e bere quel che capita, perché il bello per loro è il puro e semplice stare insieme, senza fedeltà naturalmente, perché non c’è uno scopo da raggiungere, un obiettivo da realizzare, ma solo uno sperimentare la potenza della vita spingendola fino a quel limite dove neppure il rischio è davvero calcolato fino in fondo. (CONTINUA SULLA RIVISTA...)

Questo testo è tratto dall'articolo di Umberto Galimberti
presente nel numero 260 della rivista.
Clicca qui per leggerlo tutto