Abbracciami, ho avuto una brutta giornata

Ricevere un abbraccio da una persona cara in una giornata segnata da conflitti interpersonali può aiutare a tamponare le emozioni negative ad essi connesse: è quanto dimostrato da una ricerca da poco pubblicata sulla rivista PLOS ONE.

abbracciami.jpg

Studi precedenti avevano già dimostrato che le persone che hanno maggiori contatti fisici tendono ad avere una migliore salute complessiva (fisica e mentale), oltre che relazioni migliori. Il contatto interpersonale, nello specifico, si è dimostrato in grado di ridurre le conseguenze negative dello stress psicologico, compreso quello generato da conflitti interpersonali. Tali ricerche, tuttavia, si sono concentrate per lo più sull’effetto benefico del tocco all’interno di relazione amorose.

I ricercatori della Carnegie Mellon University, in Pennsylvania, hanno voluto esplorare se questo meccanismo fosse generalizzabile ad altri tipi di relazione: perciò si sono concentrati sull’abbraccio, un comportamento di supporto relativamente comune che le persone utilizzano in una vasta gamma di relazioni sociali, da quella con il partner a quelle con amici e familiari. Il team di ricerca ha dunque seguito per 14 giorni consecutivi un campione di 404 tra uomini e donne, raccogliendo dati sui loro conflitti interpersonali giornalieri, sugli abbracci ricevuti da persone della propria cerchia sociale e sui loro stati d’animo positivi e negativi. I risultati hanno rivelato che ricevere un abbraccio in una giornata segnata da un conflitto interpersonale era associato a una minor diminuzione delle emozioni positive e a un minor aumento delle emozioni negative. Ma c’è di più: i partecipanti hanno riferito una continua riduzione dell’umore negativo nel giorno successivo, sostenendo l’idea che gli effetti positivi degli abbracci si protraessero nel tempo. 

Risultati del genere sono coerenti con l’ipotesi che gli abbracci vadano a tamponare le emozioni negative associate ad esperienze di conflitto interpersonale. Questa scoperta ha importanti implicazioni potenziali per la salute e il benessere delle persone, poiché i conflitti con gli altri sono collegati a un’ampia serie di esiti psicologici e fisici negativi. 

Benché questi risultati siano preliminari e diversi meccanismi debbano ancora essere chiariti, la ricerca ci offre un piccolo ma prezioso strumento di self-help: quando discutiamo con un collega, litighiamo con il partner o battibecchiamo con un amico, ricevere un abbraccio da una persona a cui teniamo potrebbe non essere solo un gesto d’affetto, ma un vero e proprio toccasana per il nostro umore. 

 

Murphy M. L. M., Janicki-Deverts D., Cohen S. (2018), «Receiving a hug is associated with the attenuation of negative mood that occurs on days with interpersonal conflict», PLOS ONE, 13 (10), e0203522, doi: 10.1371/journal.pone.0203522

Questo articolo è di Elettra Pezzica ed è presente nel numero 272 della rivista. Consulta la pagina dedicata alla rivista per trovare gli altri articoli presenti in questo numero. Clicca qui per leggerlo tutto